L’odore del detersivo

-Fresco stasera, no? -Sì, la primavera non arriva -Quest’anno, però, dicono sarà l’estate più calda. Meglio, me ne vado a mare prima. -Dove vai di solito? -Sempre al lungomare. Scendo dai Quartieri e fermo lo scooter a Santa Lucia. E tu? -No, io scendo a Marechiaro. È da quando mi portò un’amica che vado sempre…

Lisbona, una città per staccare

L’immediata risposta alla necessità di riposo è quella di staccare tutto, mettersi a letto e oziare per due, tre giorni. Cosa non sempre possibile, perché l’ozio genera noia, la noia a volte angoscia e l’inversione del giorno con la notte. Dunque lo ammetto: prendere un aereo, andare fuori senza perdere troppe energie per smaltire gli…

Non sono tutti uguali

Un anno di lavoro in Commissione: cosa abbiamo imparato e cosa dovremmo imparare Quando Paolo Coppola mi chiese se avessi voluto fare l’addetto stampa di una commissione di inchiesta per il digitale, non ci ho pensato due volte. Ma avevo solo un dubbio: ne sarò capace? Così glielo girai: “Mi dia il tempo di organizzarmi…

Semplice

A volte, trascinati dall’entusiasmo, ci si trova già ai titoli di coda. Si pensa a cosa scrivere prima ancora di finire. Succede quando si vuole raccontare un libro o condividerlo, per esempio. Anche se quel libro inizialmente lo rompi come il ghiaccio in un bicchiere: cerchi di arrivare al cuore, inizi a fatica, rinvii. “Semplice”…

1992

Pomeriggio di luglio. 1992. Sotto casa i preparativi per una consueta sagra locale, il rumore dei tavoli spostati, il sound check di una band sul palco. Io sul divano, bambino, finestra aperta. Poi il campanello: è Giorgio, un amico dei miei. Impegnato politicamente, al tempo, con la Rete. La mafia, quella volta, faceva paura: se…

Tre volte 10

Gianni Minà e Maradona: storia di un’amicizia

Terra smarrita, la salvezza sta nel passato

Il pomeriggio è di quelli autunnali e la strada per raggiungere Vallesaccarda, tra il cielo nascosto dagli alberi e i blocchi di fango sull’asfalto formatisi dopo la tempesta del giorno precedente, sembra quella di un paesaggio medievale. L’obiettivo di oggi è andare a caccia di un murales dedicato a Vinicio Capossela e raffigurato sul muro…

Quattro palazzi

Ieri pomeriggio fissavo i palazzi dell’ennesima periferia che ho visitato. Era quella di Brescia, stretta tra parchi non proprio in linea con lo stile british o con il sogno “Milano 2”: giardini piuttosto ordinati, seppur carichi di malinconia. Sono gli spazi preferiti dagli extracomunitari che li vivono come luogo di sfogo e di dialogo. Soprattutto…

Fashion world

Sono sempre rimasto incuriosito dal mondo della moda. In realtà lo detesto (talvolta giro per strada con la maglietta “Campi Flegrei”, non credo di essere sempre un modello di eleganza), ma ho cercato di comprenderne, senza successo, il meccanismo che lo regola. C’è probabilmente una forza sovrannaturale che dà forza all’intero sistema. Non mi riferisco…

Vite Napoletane

Da tempo avvertivo la necessità di raccontare anni e anni di frequentazione napoletana. E così ho deciso di scrivere un libro che svelasse la realtà della città vissuta dal basso, dalla strada, dai quartieri popolari più difficili. “Vite Napoletane” è un testo breve ma intenso, concentrato su alcune piccole storie quotidiane di chi Napoli la vive…

L’effetto che fa

Negli ultimi mesi avevo bisogno di un libro leggero. E per leggero non intendo poco impegnativo, ma qualcosa che, pagina dopo pagina, non facesse pensare troppo. In realtà dalla metà di “Voglio vedere l’effetto che fa” (questo il testo del mio amico Mauro Medaglia scritto con Gabriele Giovannacci) in poi, i pensieri si sono moltiplicati….

Periferie del nord

Stavolta cambio città ma non tematica. La città è Milano. La tematica è quella delle periferie. Della capitale del nord posso dire poco, forse, ma allo stesso tempo abbastanza per coinvolgerla nel mio prossimo libro (in attesa dell’uscita del primo, che ormai è in dirittura d’arrivo). Ho vissuto a Milano per un breve periodo della…